Tour de France, quinta tappa: bis del Gorilla

Quinta frazione, da Arras a Amiens, 190 chilometri di vento e pioggia, ma anche di memoria e commozione. Bufera che non smette di perseguitare i corridori. Sembra di stare a svariati continenti di distanza, ma le vette alpine celano gli sbuffi francesi dalla calura asfisiante del Bel Paese. Giornata di ricordo: molti i passaggi in luoghi simbolo, che raccontano i sacrifici mortali di lontani avi europei, concentratisi in Francia dal resto del globo per lottare e guadagnare la pace negli alpine negli anni ’40 del secolo scorso. Qualche corridore ha depositato mazzi di fiori, i più hanno visto di sfuggita i monumenti che celano il segreto di una concordia europea oggi in bilico.

La tappa, piatta e monotona, ha rivelato i rischi ormai abituali: scivolate, ventagli e pioggia battente. Rischi concretizzati in realtà già pochi metri dopo il via: Bouhanni, già claudicante per la caduta al campionato nazionale, frana centrato da compagni di squadra. Abbandona il Tour su un’ambulanza, dolorante al polso. A 80 km dall’arrivo il forcing Tinkoff e BMC spezza il gruppo in due enormi tronconi. Davanti rimangono i quattro moschettieri: Froome, Contador, Nibali e Quintana. Gli inseguitori rimangono pure coinvolti in una violenta caduta poco dopo, che coinvolge una ventina di atleti. Compromesse le possibilità di rientrare, il secondo troncone opta dunque per un’arrendevole bandiera bianca, evitando altri rischi, ma giungendo al traguardo in tragico ritardo. La gara si decide in volata, con i protagonisti più attesi. La spunta Andre Greipel, al secondo successo di tappa è ancora una volta davanti a Sagan. Terzo Cavendish, sfavorito da una foratura che lo ha costretto a inseguire frettolosamente per uno strematante riaggancio. Sempre più maglia verde per il Gorilla tedesco.

In classifica nessun sussulto di rilievo, mentre domani già qualcosa potrebbe tornare a bollire in pentola. Tappa piatta, ma con finale in costante ascesa. Attenzione ai finisseur, questa è gara prelibata per i cacciatori più attenti.

 

 

About The Author

Laureando in lettere, ma la mia arrogante personalità spicca soprattutto nel tempo libero, dove mi dedico molto al collezionismo: due di picche e figuracce su tutto. Il mio brillante palmares annovera: 2 coma etilici, 100 passi in partenza, 3 rinvii a giudizio e una smisurata passione per lo sport.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *