Preview Euro2016: Girone A

Preview Euro2016: Girone A

Mancano pochi giorni all’inizio degli europei di Francia, l’11 giugno scatterà infatti la prima edizione a 24 squadre della massima competizione calcistica continentale per squadre nazionali. E, come per ogni evento di tale lignaggio, Sport House vi offre una dettagliata presentazione, oggi è il turno del gruppo A, con Francia, Svizzera, Albania e Romania.

Partiamo giocoforza dalla squadra organizzatrice della competizione, la Francia, qualificata d’ufficio: la compagine transalpina, allenata da Deschamps, si presenta ai nastri di partenza come una delle formazioni meglio organizzate, che, in virtù del fattore campo, non può non rientrare nel novero delle favorite. Nonostante le assenze eccellenti di Kondogbia (troppo altalenante con l’Inter) e soprattutto di Benzema (troppi guai extracalcistici per rappresentare la nazionale), i 23 dell’ex tecnico juventino sono ben assortiti: in difesa spicca l’esperienza sulle fasce di Evra e Sagna, mentre dà sicurezza la coppia centrale Koscielny e Mathieu. La corsa di Kante e Matuidi sarà essenziale a centrocampo, dietro a Pogba, leader e stella indiscussa dei padroni di casa. Il fuoriclasse juventino sarà il faro del gioco, e con il suo talento dovrà innescare il fortissimo attacco, con Martial e Griezmann alle spalle di Giroud. Una compagine dunque di tutto rispetto, giovane e intraprendente, guidata da uomini di esperienza conclamata e esuberante di talento.

Posto che la Francia dovrebbe essere favorita per il primo posto nel girone, resta da vedere chi potrebbe issarsi alle sue spalle: incerte le chances dell’Albania di De Biasi. Ricca di giocatori militanti nel nostro campionato, la compagine balcanica si è qualificata seconda nell’ultimo girone, non insormontabile, dominato dal Portogallo. Fra i pali ci sarà Berisha, in difesa spicca Hysaj, folto il centrocampo, che dovrà aiutare il talentuoso Balaj, unica punta per l’allenatore italiano.

Sicuramente più alte le quotazioni della Svizzera di Petkovic. La squadra dei Cantoni può contare su elementi di indiscusso talento. In difesa italiana importante la corsa sulla fascia di Lichtsteiner, in mezzo al campo notevole la fisicità di uomini come Behrami e Dzemaili. Qualche polemica per l’assenza dell’ex capitano Inter, che ha pagato italiana importante il poco impiego nel Leicester campione d’Inghilterra. In attacco non manca certo la qualità: su tutti, sarà decisivo il contributo di Seferovic e dell’ex interista Shaqiri. Gli svizzeri sono dunque decisi a giocarsi le proprie chance, anche in virtù dell’ottimo cammino di qualificazione nel gruppo E, seconda alle spalle dell’imbattibile Inghilterra.

Infine la Romania: secondi, alle spalle dell’Irlanda del Nord, nel poco complesso gruppo F, i rumeni vorranno sorprendere in quest’edizione degli europei. Iordanescu può contare su un 11 solido, che fa della corsa e dell’organizzazione il suo marchio di fabbrica. Fra i pali Tatarusanu della Fiorentina, in difesa Grigore e Chiriches, Stancu, Popa e Keseru dietro Andone. In un girone livellato alle spalle della Francia, potrebbero essere gli est europei la sorpresa del gruppo?

About The Author

Laureando in lettere, ma la mia arrogante personalità spicca soprattutto nel tempo libero, dove mi dedico molto al collezionismo: due di picche e figuracce su tutto. Il mio brillante palmares annovera: 2 coma etilici, 100 passi in partenza, 3 rinvii a giudizio e una smisurata passione per lo sport.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *