Preview Euro 2016: Girone B

Preview Euro 2016: Girone B

La marcia di avvicinamento, caratterizzata dalle ultime amichevoli internazionali, prosegue imperterrita verso l’11 giugno, quando scatteranno gli europei di Francia: Sport House nel frattempo vi offre un’accurata panoramica delle compagini continentali ai nastri di partenza. Oggi è la volta del girone B: nel gruppo una delle favorite, l’Inghilterra, e tante outsider, come Galles, Russia e Slovacchia.

Nonostante le competizioni internazionali non arridano all’Inghilterra, la squadra biancocrociata non può che essere quest’anno una delle formazioni più interessanti. Del resto, il cammino d’avvicinamento, nel gruppo E di qualificazione, ha visto un dominio assoluto dei britannici: 30 punti, punteggio pieno, 31 gol fatti e solo 3 subiti per gli uomini di Hodgson. I leoni si presentano ai nastri di partenza con tante frecce nel loro arco: fra i pali ci sarà Joe Hart, protetto dalla coppia Cahill-Smalling. A centrocampo Henderson e Wilshere, uno dei dubbi, fermo a lungo per infortunio. Ma dalla trequarti in su il talento è cristallino: Sterling favorito per giocare dietro alle punte, che dovrebbero essere Kane e il grande protagonista del Leicester scudettato, Vardy. Ma la coppia United, Rooney e Rashford, scalpita in panchina. Sarà l’anno buono per gli eterni delusi inglesi?

Tanta curiosità anche per il cammino della Russia. Gli ex sovietici hanno concluso il loro girone di qualificazione al secondo posto, davanti alla Svezia di Ibrahimovic e dietro solo alla sorprendente Austria. Slutski si affida fra i pali ad Akinfeev, atteso al riscatto dopo un mondiale disastroso. La difesa è confermata da parecchio tempo, con Ignashevich e Berezutski al centro del reparto. In mezzo al campo pesa l’assenza di Dzagoev, uno dei giocatori qualitativamente più brillanti, sostituito da Glushakov. Kokorin e Shatov giocheranno larghi dietro a Dzyuba, otto gol per lui nel girone di qualificazione. Per la Russia il passaggio del turno non è un miraggio, certo la concorrenza nel girone è però molto alta.

Seconda nel girone C ha chiuso anche la Slovacchia. Per i cugini dei cechi il cammino non è stato facile, ma nel finale sono riusciti a arginare il rientro ucraino, chiudendo così alle spalle della corazzata spagnola. Importante anche la vittoria in amichevole sulla Germania campione del mondo. Kozak può contare su un gruppo solido e talentuoso: in difesa, certo non una delle migliori sulla carta, sarà cruciale l’esperienza di Skrtel. A centrocampo la coppia Pecovsky-Kucka, che dovrà essere attenta in copertura e abile a innescare i trequartisti, vero punto di forza della squadra: Hamsik è la star, accanto a lui Mak (20 gol in stagione) e l’ex Pescara Weiss, unica punta sarà Duris. Il passaggio del turno non è un miraggio.

Infine, il Galles, a rendere più piccante questo gruppo, con un derby del Regno Unito ad alto coefficiente emozionale. I gallesi sperano di ripetere il cammino fatto nel gruppo B di qualificazione, chiuso al secondo posto dietro il fortissimo Belgio. Coleman ha a disposizione una squadra coriacea e ben organizzata, che fa della densità a centrocampo e della versatilità dei suoi uomini la chiave del suo gioco: in difesa importante sarà l’impatto di Williams e Davies. In mezzo al campo spicca ovviamente il talento di Ramsey, suo il delicato compito di far girare la squadra. In attacco Robson-Kanu dovrebbe affiancare la super stella, Gareth Bale: mister 100 milioni ha trascinato i dragoni a suon di magie, e cercherà di portarli agli ottavi. Sarebbe un’impresa notevole, ma le possibilità ci sono tutte.

 

About The Author

Laureando in lettere, ma la mia arrogante personalità spicca soprattutto nel tempo libero, dove mi dedico molto al collezionismo: due di picche e figuracce su tutto. Il mio brillante palmares annovera: 2 coma etilici, 100 passi in partenza, 3 rinvii a giudizio e una smisurata passione per lo sport.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *