FIBA Asia Challenge 2016

ASIA CHALLENGE

Risultati:

Giordania – Filippine 119-105

Cina – Cina Taipei 93-88

Iraq-Tailandia 102-69

Kazakistan – India 90-100

Iran – Corea del Sud 85-47

Qatar – Giappone 65-79

 

Ultima giornata della fase a gironi di Coppa d’Asia nella quale si delineano i quarti di finale.

La Giordania vince la sua ultima gara contro le Filippine senza un grande sforzo grazie a Tucker che sigla 37 punti e grazie ad un vantaggio che tocca i +29 nel terzo periodo. Negli ultimi 10 minuti i Filippini tentano un ultimo disperato assalto con Pessumal (30Pts) che però serve solo a ridurre la differenza tra i due punteggi. Anche la Cina esce vittoriosa dal suo ultimo match contro la Cina Taipei conquistando il primo posto grazie allo scontro diretto a favore proprio contro la Giordania nella gara inaugurale. Gli avversari però non stanno a guardare e danno filo da torcere ai campioni in carica che riescono a spuntarla con un’altra ottima prova del solito Hu (24Pts/11Reb) sotto le plance. La Cina Taipei dovrà perciò accontentarsi del terzo posto, subito dopo la Giordania. Fanalino di coda del gruppo E è l’India che si guadagna il quarto posto grazie alla vittoria contro il Kazakistan propiziata dai 32 punti di Singh.1000

Il girone F vede Iran, Corea del Sud, Giappone e Iraq in quest’ordine qualificarsi ai quarti di finale. L’Iran batte la Corea del Sud grazie ad Hadadi che mette a referto 29 punti conditi da 10 assist. Con la vittoria dello scontro diretto la corazzata di Dirk Bauerman si assicura il primo posto mentre la Corea con i suoi 9 punti deve accontentarsi del secondo. Seguono a ruota il Giappone che vince senza troppi problemi la partita contro il Qatar e l’Iraq che con i 37 punti e 13 rimbalzi di Galloway vince agevolmente sulla Tailandia guadagnandosi il quarto posto.

About The Author

“L’avvocato” (dei poveri). Studente di giurisprudenza nel profondo Salento. Malato più che appassionato di basket soprattutto NBA nonchè giocat… Uomo in campo solo per la birra con amici post 3vs3. Toccatemi tutto ma non il mio Kobe.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *