El ultimo D10S

Inutile negarlo, in questa foto c’è l’ultimo diez argentino, colui che ha preso lo scettro di Maradona; Si, ma chi dei due?
La domanda potrebbe essere semplice, ma dipende a chi lo chiedi.
Perché se chiedi chi è l’ultimo diez in Argentina, risponderanno tutti Roman Riquelme!
E la cosa più bella è che entrambi oggi compiono gli anni.
In europa nessun dubbio, Messi è probabilmente il giocatore più forte che abbia mai solcato i campi europei, ma in Argentina non conta nulla, perché per essere riconosciuto come “Diez” devi vincere in Argentina o con l’albiceleste.
E oggi parleremo di Messi e del perché non è il diez che aspettano gli argentini.

La pulce

Particolare e romantica la storia dell’uomo che in 30 anni ha vinto più del 90% dei club europei messi insieme.
Nasce a Rosario, la capitale del futbol argentino, dove o sei del Newell’s o del Rosario Central.
La famiglia Messi, di chiare origini italiane, è totalmente devota al Newell’s.
Nel 1987 il Newell’s non sta andando così bene, ma la famiglia gioisce lo stesso per la nascita del figlio Lionel, che è stato chiamato così per evitare di essere soprannominato Leo, missione decisamente fallita.
Il piccolo Lionel però non si appassiona molto al calcio e l’unico giocatore che lo incolla davanti al televisore è “El Principe” Enzo Francescoli, che assomiglia a un altro principe che trovò fortuna qui in Italia.
La prima partita del piccolo Lionel si gioca quando lui aveva 4 anni, nel campetto di parrocchia con il parroco a formare le squadre dei suoi fratelli, ma come spesso accade manca il decimo: è qui che il parroco decide di mettere il piccoletto, pur trovando le resistenze della madre che lo ritiene troppo piccolo. Interviene così la nonna paterna che dice, ok, può giocare.
La prima palla lui la vede scorrere vicino al piede destro, ma non la stoppa perché ritiene che sia troppo lontana dalla sua posizione accovacciata.
Ma la seconda, la stoppa di esterno sinistro e da lì cambia la storia del calcio mondiale:
Mostrerà quel talento che tanti aspettavano, il messia era arrivato: andò subito nelle giovanili del Newell’s dove segnò centinaia di gol e tante giocate che si diffusero per tutta l’Argentina.
Tutto bene fino a quando non gli viene diagnosticata una malattia che ne rallentava la crescita: i Messi non possono permettersi la cura, il Newell’s neanche, il River scarta a prescindere questa ipotesi, il Como di Preziosi lo ritiene troppo gracile, ma lo zio contatta due suoi amici scout del Barcellona; arrivano lì con la voglia di chi ha un aereo tra tre ore e deve fare a forza un favore a un amico, voglia che ritroveranno dopo aver visto il piccolo Lionel palleggiare con dei mandarini.
Firmano sul tovagliolo di un ristorante il pre contratto e da lì il Barcellona si troverà il diamante più bello di sempre, capace di segnare sempre e dovunque, di dribblare dieci giocatori e di mettere a sedere anche il portiere. Il palmares attuale conta 5 palloni d’oro, 4 Champions League e svariati record che riportiamo qui sotto:

Record

Dati aggiornati al 27 maggio 2017.

  • Calciatore ad aver fatto più gol (91) in un anno solare in competizioni ufficiali (2012).
  • Calciatore ad aver fatto più gol (79) in un solo anno solare in competizioni ufficiali nella stessa squadra di club (2012).
  • Calciatore ad aver fatto più gol (73) in una stagione in una squadra di club (Barcellona 2011-2012).
  • Calciatore ad aver fatto più gol (50) nella Liga in un’unica stagione (2011-2012).
    Unico calciatore a vincere cinque Palloni d’oro (nel 2009 quando il premio era ancora assegnato da France Football, dal 2010 al 2012 e nel 2015 quando il premio della rivista francese si è fuso col FIFA World Player of the Year dando vita al Pallone d’oro FIFA).
  • Calciatore ad aver fatto più gol (12) nella Supercoppa spagnola.
    Uno dei due calciatori, insieme a Cristiano Ronaldo, ad aver segnato più triplette (7) in Champions League.
  • Calciatore ad aver realizzato più triplette(10) in una stagione comprendendo tutte le competizioni (2011-2012).
  • Unico calciatore ad aver segnato 5 reti in una partita della fase a eliminazione diretta di Champions League.
  • Uno dei due calciatori, insieme a Cristiano Ronaldo, ad aver vinto la classifica marcatori della Coppa dei Campioni/Champions League per cinque volte e per quattro volte consecutivamente (2009, 2010, 2011, 2012, 2015).
  • Calciatore ad aver fatto più gol (94) con lo stesso club in Champions League.
  • Calciatore ad aver fatto più gol (57) nella fase a gironi della Champions League.
  • Unico calciatore ad aver vinto nello stesso anno il Pallone d’oro di France Football, il FIFA World Player of the Year, il Pichichi e la Scarpa d’oro (2009).
  • Unico calciatore ad aver segnato in sette competizioni diverse nello stesso anno solare tra club e nazionale (2015).
  • Unico calciatore ad aver segnato per due volte in sei competizioni ufficiali nello stesso anno solare con il club. Nel 2011 e nel 2015 ha infatti segnato in Liga, Champions League, Coppa del Re, Supercoppa spagnola, Supercoppa UEFA e Mondiale per club.
  • Calciatore ad aver a segnato in più finali (3) della Coppa del mondo per club FIFA (2009, 2011, 2015).
  • Unico calciatore a esser andato a segno per 19 partite consecutive in un campionato professionistico europeo.
  • Unico calciatore ad aver segnato almeno 20 reti per nove stagioni consecutive nella Liga.
  • Calciatore ad aver segnato il maggior numero di gol (349) nella Liga.
  • Uno dei due calciatori, insieme a Raúl González Blanco, ad aver segnato almeno un gol al maggior numero di squadre nella Liga (35).

Record nel Barcellona

  • Calciatore con il maggior numero di reti realizzate (507) in tutte le competizioni ufficiali.
  • Calciatore con il maggior numero di gol (102) in tutte le competizioni internazionali.
  • Calciatore con più marcature segnate (14) in una singola edizione della UEFA Champions League (2011-2012).
  • Uno dei tre calciatori, insieme a Xavi e Andrés Iniesta, ad aver vinto il maggior numero di Champions League (4)
  • Calciatore ad aver realizzato il maggior numero di triplette(37) in competizioni ufficiali.
  • Calciatore ad aver fatto più gol (3) nella Supercoppa UEFA.
  • Calciatore straniero con più presenze (583) in competizioni ufficiali.
  • Calciatore straniero con più presenze (382) nella Liga.

Record nel Clásico

  • Calciatore ad aver segnato più reti (23) nel Clásico.
  • Calciatore ad aver realizzato più triplette(2) nel Clásico.

Record nel Derbi Barceloní

Record nella Nazionale argentina

  • Calciatore ad aver realizzato il maggior numero di reti (58).
  • Calciatore più giovane (18 anni e 350 giorni) a scendere in campo in un Mondiale, il 10 giugno 2006.
  • Calciatore più giovane (18 anni e 357 giorni) a segnare una rete in un Mondiale, il 17 giugno 2006.Calciatore più giovane (22 anni e 363 giorni) a indossare la fascia da capitano.

    Avete visto i record e quelli della nazionale?
    Perché quelli con la camiseta argentina sono pochi?
    Perché Messi in realtà non è argentino.
    Non ha mai giocato nel calcio argentino, è abituato al sistema di calcio spagnolo dove è cresciuto e non è Diego Armando Maradona.
    Maradona non era solo il migliore, ma aveva le spalle grandi il triplo di quelle di Messi.
    Leo non ha la leadership di Diego, nelle finali perse non ha mai preso la squadra in mano, anzi l’eliminazione dalla Copa America del 2011 è stata colpa sua per aver chiesto di giocare prima punta: agli argentini non puoi cacciare due cose, l’asado e una prima punta.
    Ecco perché tutti attendono il 2018, quando dovrebbe giocare il mondiale in Russia e anche quando tornerà a giocare in Argentina come da lui detto.
    Ma fino ad allora gli argentini ameranno solo lui

    Il vero D10S argentino

    P.S

    Auguri Roman!

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *