NBA: Golden State e Boston al top.

Risultati:

New York Knicks – Orlando Magic 99-112

Indiana Pacers – Detroit Pistons 97-114

Los Angeles Lakers – Boston Celtics 96-107

Miami Heat – Phoenix Suns 126-115

Minnesota Timberwolves – Golden State Warriors 101-125

 

Coach Steve Kerr questa notte ha dovuto rinunciare a Kevin Durant, per via di una forte contusione alla coscia sinistra l’MVP delle Finals è stato costretto a rimanere in panchina per motivi precauzionali. A vincere la gara contro Minnesota ci hanno pensato i vecchi splash brothers: Klay Thompson ha chiuso con 28 punti e siglando 6 delle 12 triple tentate (50% 3FG), Steph Curry ha segnato 22 punti aggiungendo 8 rimbalzi e 8 assist al suo tabellino. Così i Warriors hanno potuto conquistare la loro quinta vittoria in fila che permette loro di arrivare in cima alla Western Conference (9W-3L).

Nonostante l’assenza dell’ala grande, i campioni in carica hanno firmato un’ottima prestazione soprattutto dal punto di vista difensivo, esplodendo nel terzo quarto con 44 punti che hanno permesso di scavare il solco dopo un primo tempo in equilibrio. Per risollevare i Timberwolves non bastano i 17 punti (6Reb) di Wiggins o i 16 punti e 12 rimbalzi di KAT, l’attacco di Thibodeau fa fatica a trovare la via del canestro soprattutto dalla distanza, servono 19′ e 11 tiri sbagliati ai Minnesota per segnare la prima tripla della partita con Nemanja Bjelica. Per i giovani lupi questa è la terza sconfitta consecutiva  (7W-4L) e la 17esima su 22 gare contro Golden State.

 

Al TD Garden va in scena “il classico” tra Boston Celtics e Los Angeles Lakers. La gara ha perso il vecchio fascino delle rivalità del passato ma regala comunque uno spettacolo per gli occhi di nome Kirye Irving (19Pts/6Reb/5Ast). I padroni di casa iniziano forte nel primo periodo con un parziale di 33-16 che sega le gambe dei giallo-viola i quali provano a rientrare in gara nel quarto successivo. I ragazzi di coach Walton dopo essere arrivati a -20 risalgono la china grazie a Ingram e Clarckson, entrambi terminano con 18 punti, che portano la squadra a sole due distanze dagli avversari. Negli ultimi 12 minuti però Boston prende in mano le redini della partita, sfruttando le difficoltà al tiro dei Lakers (5/18 FG) e forzando 6 palle perse i bianco-verdi portano a casa la decima vittoria consecutiva.

About The Author

"L'avvocato" (dei poveri). Studente di giurisprudenza nel profondo Salento. Malato più che appassionato di basket soprattutto NBA nonchè giocat... Uomo in campo solo per la birra con amici post 3vs3. Toccatemi tutto ma non il mio Kobe.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *